Register

User Registration
or Annulla
---

---
A+ A A-

Conigli

Grigio di Vienna (razza distinta dal Blu di Vienna)

Commenti personali

Razza da alta produzione di carne, senza grosse problematiche (raro che capiti) ai piedi pur se tenuti in gabbia sia con stecche che con rete. Le femmine sono ottime fattrici e madri. L'aspetto è molto massiccio non solo per l'ottimo peso ma anche per una forma di testa imponente. Particolarmente docili e facili da maneggiare, volendo possono essere tenuti da compagnia da quanto si trovano a loro agio a contatto con l'uomo.

La razza

Peso: 4,2 - 5,0 kg.

La Vienna è presente in due varietà più diffuse, classificate nello standard italiano come due razze distinte: Blu di Vienna e Bianca di Vienna nasce poi recentemente il Grigio di Vienna. La razza è stata selezionata in Austria alla fine dell'Ottocento a partire da conigli grigio-blu di razza Argentata. Il nome deriva dal fatto che questi conigli furono esposti per la prima volta in pubblico ad una manifestazione cunicola tenutasi a Vienna. E' considerata una razza da carne e viene allevata sia in purezza che per incroci a due e più vie, grazie alla capacità di trasferire alla prole incrociata buone caratteristiche produttive.

Razza media molto elegante, presenta un corpo cilindrico con buone masse muscolari. Linea del dorso arrotondata e pelliccia ricca di sottopelo, fitta e soffice. Il colore è blu ardesia intenso con sottopelo leggermente più chiaro e gli occhi azzurri.

Rex Castor

Commenti personali

Razza idonea per produzione di carne, senza grosse problematiche ai piedi pur se tenuti in gabbia, per esperienza personale per i maschi è preferibile un fondo a stecche rispetto alla rete. Le femmine sono ottime fattrici e madri. Coniglio snello forte e rustico. Finchè non tocchi il pelo di un Rex non puoi sapere il vero significato della parola morbido! Il suo pelo cosi fitto e morbido (si è diffuso anche come coniglio da pelliccia) lascia con gli occhi sgranati la prima volta che li si tocca.

La razza

Peso: 2,5 - 5,0 kg.

Nata da una mutazione fortuita, fu esposta per la prima volta a Parigi da un Abate che l'aveva trovata presso un allevatore. Il successo ottenuto dalla razza Rex per la sua corta e folta pelliccia, simile al velluto, non risale tuttavia alla sua prima comparsa. La mutazione dalla quale aveva tratto origine aveva infatti portato con sé anche una serie di problemi, come la scarsa resistenza alle malattie che aveva di fatto impedito il diffondersi della razza. E' solo grazie alla successiva selezione, iniziata nel 1920, che questa razza è stata migliorata e si è diffusa negli allevamenti. Questa selezione ha portato anche alla fissazione di numerosi ceppi di varie colorazioni.

Le varietà riconosciute dallo standard italiano sono moltissime: bianco, avana, blu, nero, madagaskar, martora, fata, castor rex (di colore castano focato), lince rex rossa (di colore rosa-beige con riflessi color platino), lince rex blu (di colore blu con riflessi rosa), rex dalmato (con colore base bianco puro e con disegno nero, blu, avana, castoro, giallo o madagaskar) e rex tricolore (con colore base bianco e colore del disegno nero e arancione).

Il pelo deve avere una lunghezza di 1,7-2 cm e non superare mai i 2,3 cm. La pelliccia è folta, liscia, soffice, lucente e simile al velluto. E' ammessa anche la pelliccia a pelo leggermente arricciato, a condizione che questa caratteristica si estenda uniformemente su tutto il corpo.

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti.

Cliccando il bottone APPROVO confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer.

Per saperne di più su cookies e localStorage, visita il sito Garante per la protezione dei dati personali.

Copyright by Dogo-Argentino.it. All rights reserved. Powered by Ant Studio.it